Categorie
PrEP - Info generali

La storia della PrEP

Sono molti anni che gli scienziati studiano la possibilità di prevenire l’infezione da HIV usando farmaci. 

Già nel 1995 uno studio condotto sulle scimmie aveva dimostrato che una dose di tenofovir era in grado di proteggere i macachi.

Ma il primo grande studio sulla PrEP come la conosciamo oggi è stato lanciato nel 2007 negli Stati Uniti e in alcuni paesi sudamericani. Si chiamava iPrEx ed è stato finanziato dall’Istituto Nazionale per la Salute degli Stati Uniti e non come a volte è stato detto, dall’industria farmaceutica. Circa 4.500 maschi che fanno sesso con maschi (o MSM) e donne trans (cioè persone che si riconoscono nel genere femminile ma a cui alla nascita era stato assegnato il sesso maschile) sono stati assegnati a uno di due gruppi scegliendoli a caso: i membri di un gruppo assumevano una pasticca al giorno di Truvada, e i membri dell’altro un placebo (cioè una pasticca identica a quella di Truvada ma che non conteneva alcun farmaco). Alla fine dello studio ci sono stati 36 casi di infezione nel gruppo a cui veniva dato il Truvada e 64 nel gruppo a cui veniva dato il placebo. Ma se si considerano solo le persone che davvero prendevano il Truvada come prescritto (cioè una volta al giorno tutti i giorni) si nota che queste avevano il 99% di probabilità in meno di infettarsi.

Dopo di allora, sono stati condotti diversi altri studi, due dei quali in Europa: PROUD e Ipergay.

Se vuoi saperne di più, vai alla sezione Quanto è efficace la PrEP?

Condividi