PrEP – effetti collaterali

La maggior parte delle persone che assume la PrEP non soffre di effetti collaterali.

Ciononostante, come tutti gli altri medicinali, anche la PrEP potrebbe causare effetti indesiderati. Circa una persona su dieci, durante il primo mese di utilizzo, ha accusato una leggera nausea, diarrea, gonfiore o mal di testa. Solitamente spariscono in fretta.

La PrEP potrebbe però provocare danni anche ai reni, quindi è importante controllarli periodicamente. Nella piccola percentuale che ha accusato disfunzioni renali è bastato sospendere la PrEP per tornarne al normale funzionamento degli stessi. Il rischio di avere problemi renali è maggiore in chi ha più di 40 anni e se si hanno già problemi ai reni.

La PrEP può inoltre causare una piccola perdita di densità delle ossa, dall’1% al 5%. Come nel caso di disfunzioni renali, basta smettere di assumere la PrEP per riportare i valori a livelli normali. Questo effetto collaterale potrebbe essere più grave se già presenti problemi di ossatura oppure se hai meno di 30 anni, dal momento che le tue ossa si stanno ancora sviluppando. Fino ad oggi non sono state riportate fratture ossee causate dall’utilizzo della PrEP.

La PrEP intermittente potrebbe ridurre notevolmente questi effetti collaterali sebbene non siano ancora stati effettuati studi a riguardo.

tradotto ed adattato da UK Guide to PrEP – i-base